Scopriamo Come Installare un Depuratore: Semplice e Utile

Come installare un depuratore in casa nostra? La diffusione degli impianti di depurazione dell’acqua a livello domestico sta conoscendo un grande incremento: i motivi di questo successo sono molto diversi (in particolare, si cerca una maggiore sicurezza per la salute della persona, nonché un risparmio economico e di tenere comportamenti quanto più possibili rispettosi dell’ambiente) e tutti fanno sì che la richiesta di depuratori domestici sia in aumento.

 

In effetti, sia in termini economici (l’acqua in bottiglia è cara e costa tempo e denaro il comprarla e trasportarla) sia in termini di salubrità dell’acqua stessa (quella che viene erogata attraverso l’acquedotto pubblico è un’acqua sottoposta a frequenti controlli, che ne garantiscono la purezza; questa situazione invece non si verifica con l’acqua in bottiglia, che viene sottoposta a controlli solo in tempi più lunghi) la scelta di un depuratore è sicuramente quella vincente.

 

Come installare un depuratore: ma è veramente necessario?

 

Considerato quello che abbiamo detto prima sulla purezza e sui controlli che vengono effettuati sull’acqua domestica, verrebbe da chiedersi se in effetti è necessario installare un depuratore in casa propria. Il problema in effetti non è legato alla qualità dell’acqua alla fonte, quanto al sistema di smistamento tramite cui l’acqua domestica arriva alle nostre abitazioni. Infatti, i passaggi che l’acqua effettua sono spesso compiuti in sistemi di tubature molto vecchie e che non subiscono alcun tipo di pulizia o manutenzione.

 

Il passaggio attraverso questo sistema di tubature rovina di molto la qualità dell’acqua, sia per quel che riguarda la purezza (cioè l’assenza di particelle di sostanze che possono risultare dannose per la salute), sia per quel che riguarda il sapore e l’odore dell’acqua stessa, che spesso risultano sgradevoli (per esempio, se le vecchie tubature in ferro rilasciano molto materiale, si avrà un’acqua rossiccia e dall’odore fastidioso). Per evitare che si verifichino queste situazioni, sapere come installare un depuratore diventa molto importante.

 

Come installare un depuratore: i modelli più diffusi

 

I depuratori d’acqua si possono dividere in 3 grandi categorie:

 

–quelli basati su un sistema a microfiltrazione: filtrano l’acqua attraverso un sistema basato sui carboni attivi, in grado di trattenere il cloro e altre sostanze e di garantire un’acqua che sia priva di batteri;

–quelli basati su un sistema ultrafiltrazione: in grado di eliminare un maggior numero di sostanze nocive rispetto ai precedenti, garantendo un’acqua ancora più pura;

–quelli basati sul sistema di osmosi inversa: in grado di eliminare la quasi totalità delle sostanze nocive contenute nell’acqua (compreso il fluoro, che se assunto in grandi quantità può creare problemi alla salute delle persone).

 

Come installare un depuratore: le difficoltà pratiche

 

Un depuratore d’acqua può essere installato praticamente in ogni abitazione: infatti si tratta di un’operazione che prevede l’installazione di un filtro a monte di un rubinetto (o dell’intero impianto di casa, se provvediamo a un depuratore che copra tutti i rubinetti della nostra abitazione). L’acqua in entrata nel depuratore viene filtrata e poi convogliata verso il rubinetto tramite un semplice tubo dell’acqua.

 

Ovviamente sarà necessario predisporre una presa di corrente, per fornire al depuratore l’energia necessaria per funzionare. Inoltre non dovremmo trascurare un aspetto molto importante per ottenere sempre un’acqua pura e di alta qualità: l’importanza della manutenzione del depuratore. Infatti qualsiasi tipologia di depuratore scegliamo, sarà necessario effettuare una pulizia e una manutenzione a intervalli regolari (che normalmente dipendono dalla quantità di acqua depurata, ma sono legati anche alla durata nel tempo dei vari componenti del depuratore).

 

Non effettuare nel modo corretto la manutenzione del depuratore rischia di vanificare tutti gli sforzi fatti per ottenere un’acqua pura e di buon sapore: basta pensare che i carboni attivi, se non sostituiti a intervalli regolari, possono diventare un vero e proprio habitat per microrganismi e batteri. Nel depuratore a osmosi inversa, oltre ai filtri, va anche sostituita la membrana che trattiene le particelle più piccole, per evitare che si rompa.

 

Se vuoi avere maggiori informazioni su come installare un depuratore, su quale modello scegliere per la tua abitazione, su quando e come è necessario intervenire per sostituire i filtri e altre parti del depuratore, contatta i nostri esperti: grazie alla loro professionalità sapranno rispondere alle tue domande e consigliarti la migliore soluzione in base alle tue esigenze.  

 

 

Contattaci
Contattaci per avere un semplice consiglio, un preventivo e/o un sopralluogo gratuito per trovare la migliore soluzione per le tue esigenze! Operiamo in tutta Italia.