Osmoregolatori. Perché e quando utilizzarli per il proprio acquario.

Se non potete andare a visitare un’isola tropicale e ammirare una barriera corallina, ma amate ugualmente i pesci colorati che nuotano sereni tra alghe e piccole rocce, allora potete risparmiare i soldi dei biglietti e acquistare un acquario da tenere in casa. Scegliere di allevare pesci e invertebrati è una tendenza in forte aumento, infatti sono sempre di più gli appassionati di acquari che scelgono di abbellire il proprio salotto e allietare le proprie giornate con dei pesci tropicali o pesci d’acqua dolce.

Ovviamente un acquario ha bisogno di molte attenzioni ed i pesci hanno bisogno di cure particolari. Soprattutto per quando riguarda l’acqua, cioè il loro ambiente naturale. Fondamentale è la temperatura, la salinità, il livello dell’acqua sempre costante e anche l’ossigeno presente. Non si tratta di acqua stagnante e ferma, ma acqua viva che viene continuamente rinnovata grazie a piccole pompe, soprattutto perché l’acqua tende ad evaporare quando le vasche sono aperte.

Gli osmoregolatori sono fondamentali per il giusto funzionamento di un acquario. Ma cosa sono esattamente gli osmoregolatori?
Un osmoregolatore dell’acqua presente nell’acquario è un sistema di rabbocco automatico di acqua, che si attiva quando il livello scende a causa dell’evaporazione. L’evaporazione dell’acqua è un processo naturale che avviene sia in inverno che in estate, a causa della diversa temperatura tra l’esterno e l’acqua ( che solitamente ha una temperatura sui 24 gradi, in modo tale da assomigliare il più possibile all’habitat naturale dei pesci presenti nella vasca).

Gli osmoregolatori sono composti da un sensore che rivela il cambiamento del livello dell’acqua, da una pompa collegata ad un serbatoio che contiene acqua d’osmosi, cioè acqua filtrata con il sistema osmosi inversa che rende l’acqua distillata, priva di sali minerali. In questo modo il sistema si attiva automaticamente e rabbocca l’acquario di acqua distillata, perché i sali non evaporano insieme all’acqua ma rimangono nella vasca. In questo modo i pesci avranno la giusta dose salina necessaria per sopravvivere.

Spesso gli osmoregolatori sono dotati anche di un sistema di allarme acustico nel caso qualcosa non funziona correttamente, inoltre, nel caso la pompa rimane in azione per più di 10 minuti, si spegne automaticamente. In questo modo si evita un eccesso di acqua versata nell’acquario che potrebbe provocare un allagamento e fuoriuscita degli abitanti della vasca.

Gli osmoregolatori più rinomati sono osmoregolatori Tunze e Grotech

Contattaci
Contattaci per avere un semplice consiglio, un preventivo e/o un sopralluogo gratuito per trovare la migliore soluzione per le tue esigenze! Operiamo in tutta Italia.